#74
AlterEgo Solution
Fotovoltaico tetti agricoli: il ritorno del fondo perduto 80%.
immagini: 2020revisione.it

Fotovoltaico Tetti Agricoli 2024: Contributi all’80% a fondo perduto. Scade il 12 ottobre 2024

Approvato il PNRR Bando Parco Agrisolare 2024. Il nuovo decreto per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel settore agricolo e agroindustriale, modifica le spese ammissibili e le percentuali di agevolazione. L’incentivo, erogato sotto forma di contributo a fondo perdutopuò arrivare fino all’80% delle spese.

Trovi tutte le Newsletter sul nostro sito www.alteregosolution.it

Soggetti beneficiari Bando Parco Agrisolare 2024

 I soggetti beneficiari sono:

  • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria, ex art. 2135 c.c.;
  • Imprese agroindustriali con Codice Ateco prevalente (che saranno individuati con prossimo Provvedimento);
  • Cooperative agricole, anche sotto forma di consorzio, che esercitano attività agricola ex art 2135 c.c..

I beneficiari potranno costituirsi anche in forma aggregata, ad esempio, in associazioni temporanee di imprese, raggruppamenti temporanei d’impresa, reti d’impresa, comunità energetiche rinnovabili.

Sono esclusi i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo inferiore a € 7.000.

I beneficiari, alla data di presentazione della domanda, devono essere regolarmente costituiti e iscritti come attivi nel registro delle imprese, essere in regola con il DURC e  non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà così come definita all’art. 2, punto 18 del regolamento GBER.

Tipo di agevolazione e progetti ammissibili

Il 40% delle risorse è destinato al finanziamento di progetti da realizzare nelle Regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Agli interventi realizzati è riconosciuto un contributo in conto capitale con le seguenti intensità di aiuto:

  • Investimenti nel settore della produzione agricola primaria fino all’80% (era il 40%) delle spese ammissibili;
  • Investimenti nel settore della trasformazione di prodotti agricoli: fino all’80% delle spese ammissibili;
  • Investimenti nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli: fino al 50% delle spese ammissibili;
  • Investimenti nel settore della produzione agricola primaria senza vincolo dell’autoconsumo: fino al 50% delle spese ammissibili.

Le principali novità riguardano:

  • Possibilità per le imprese beneficiarie di presentare domanda anche in forma aggregata;
  • Aumento dell’importo della spesa massima ammissibile, da 50.000a 100.000 euro, per l’installazione dei sistemi di accumulo;
  • Aumento della spesa massima ammissibile, fino a 30.000 euro per l’istallazione dei dispositivi di ricarica elettrica;
  • Possibilità per le imprese del settore della produzione agricola primaria di realizzare gli interventi senza il vincolo dell’autoconsumo;
  • Aumento delle intensità massime di aiuto concedibili.

Ulteriori precisazioni saranno oggetto di successivo Provvedimento. 

Interventi Bando Parco Agrisolare 2024

Gli interventi devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 1000 kWp da realizzare sui tetti/coperture di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale.

Gli impianti fotovoltaici devono essere di nuova costruzione e realizzati con componenti di nuova costruzione.

Salvo eccezioni, per le aziende agricole di produzione primaria, gli impianti fotovoltaici sono ammissibili agli aiuti unicamente se l’obiettivo è quello di soddisfare il proprio autoconsumo, ovvero l’autoconsumo condiviso nel caso in cui le stesse aziende siano costituite in forma aggregata.

Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica:

  • rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti (e, se del caso, dell’eternit): tale procedura deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, iscritte nell’apposito registro;
  • realizzazione dell’isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovrà descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato;
  • realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): la relazione del professionista dovrà dare conto delle modalità di aerazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di areazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria.

Sono considerate ammissibili le seguenti spese:

a) Per la realizzazione di impianti fotovoltaici

  • acquisto e posa di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, ulteriori componenti di impianto;
  • sistemi di accumulo;
  • fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi;
  • costi di connessione alla rete.

Il limite massimo per l’installazione dei pannelli fotovoltaici è pari ad euro 1.500/kWp, incrementabile a ulteriori euro 1.000/kWh ove siano installati anche sistemi di accumulo. In ogni caso, la spesa massima ammissibile per i sistemi di accumulo non può eccedere euro 100.000,00.

Qualora siano installati dispositivi di ricarica elettrica per la mobilità sostenibile e per le macchine agricole, potrà essere riconosciuta, in aggiunta ai massimali su indicati, una spesa fino ad un limite massimo ammissibile pari a euro 30.000,00.

b) Per la rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente, e l’esecuzione di interventi di realizzazione o miglioramento dell’isolamento termico e della coibentazione dei tetti e/o di realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria):

  • demolizione ricostruzione delle coperture e fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi, ammissibili fino ad un limite massimo di euro 700/kWp.

Per tutti gli interventi sono altresì ammissibili, se prestate da soggetti esterni all’impresa:

  • spese di progettazioneasseverazioni altre spese professionali richieste dal tipo di lavori;
  • spese relative all’elaborazione e presentazione della domandadirezione lavori e collaudi.

Non sono ammissibili i seguenti costi (a titolo meramente esplicativo, non esaustivo):

  • acquisto di beni usati;  
  • acquisto di beni in leasing;
  • acquisto di dispositivi per l’accumulo dell’energia prodotta da impianti fotovoltaici già esistenti;
  • lavori in economia;
  • pagamenti effettuati cumulativamente, in contanti e in compensazione;
  • spese effettuate o fatturate al soggetto beneficiario da società con rapporti di controllo o di collegamento.

Gli interventi devono essere avviati dopo la presentazione della domanda e realizzati entro 18 mesi dalla pubblicazione dell’elenco dei beneficiari.

Cumulo e iter

Gli aiuti  possono essere cumulati, in relazione agli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di Stato nel rispetto del divieto di doppio finanziamento.

Chi e come accedere al Bando Agrisolare 2024

Il nuovo avviso indica le modalità di presentazione delle domande, io codici ATECO e le regole operative del Gestore dei Servizi Energetici (GSE), che gestisce la piattaforma telematica per la presentazione delle istanze a partire dalle ore 12:00 del 4 giugno e fino al 12 ottobre 2024.

Per garantire l’accesso ai benefici, si prevede un primo contingente di 300 MW per il solo comparto agricolo, destinato a impianti di potenza fino a 1 Megawatt.

Un secondo contingente di 740 MW è dedicato sia al comparto agricolo che alle associazioni temporanee di imprese, con la partecipazione a procedure competitive per impianti di qualsiasi potenza.

Per richiedere il contributo puoi rivolgerti anche ai professionisti di “ALTEREGOSOLUTION“, che sono a tua disposizione.

Intanto ti consigliamo di fare i seguenti calcoli, anche con l’aiuto di un software, in quanto la potenza da installare dovrà essere adeguata al consumo del proprio fabbisogno annuo:

  • calcolo dell’irraggiamento solare;
  • calcolo degli ombreggiamenti fotovoltaici;
  • modellazione 3D/BIM dell’impianto fotovoltaico;
  • calcolo e dimensionamento rapido dell’impianto e del sistema di accumulo.

Se non hai un tecnico di fiducia, per questi calcoli, per la progettazione e per gli altri calcoli tecnici è disponibile un Architetto, partner di Alteregosolution.

Perché Conviene?

Perché con noi?

Competitor improvvisato ?

con Alteregosolution !

Trovi tutte le Newsletter sul nostro sito www.alteregosolution.it

Ma attenzione! Questo è solo uno dei bandi che sono attualmente disponibili o di prossima apertura. Continuate a seguirci su: www.alteregosolution.it

Collaboriamo con Voi imprenditrici e imprenditori per far crescere le Vostre aziende e probabilmente è per questo che seguite le nostre Newsletter.  A Voi riserviamo un primo contatto gratuito per approfondire i temi di maggiore interesse sulle opportunità di finanziamento agevolato. Potrete così ricevere, in modo personalizzato e dalla viva voce di un esperto, tutte le informazioni necessarie, semplicemente contattandoci >via mail< al nostro recapito: info@alteregosolution.it.

Il progetto #VALOREAGGIUNTO di AlterEgoSolution, agenzia di servizi e studio di consulenza di Roma, prevede il monitoraggio dei bandi utili al cliente, per 12 mesi pagato con una unica #accessfee.  La consulenza per l’ideazione, la realizzazione del progetto, del business-plan ed il tutoring, verranno retribuiti, con una #successfee, SOLO ad ottenimento del risultato.

Ti preghiamo di non rispondere a questa e-mail. Questa casella di posta non è monitorata e non riceveresti risposta. Per ricevere assistenza o qualsiasi altra informazione scrivi a: info@alteregosolution.it
Potrebbe interessarti anche

Contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per investimenti energetici green, rinnovabili ed eco-sostenibili. Trovi tutte le Newsletter sul nostro sito www.alteregosolution.it BANDO ENERGIA. NEW – Contributo a fondo perduto al 50%, per sostenere investimenti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili, per un importo minimo di 150.000 euro…. Read More

“L’effettiva partecipazione ai corsi di formazione e alle attività da diritto a ricevere una indennità pari a 350 euro mensili per un massimo di 12 mesi, con conferma almeno ogni 90 giorni, dall’INPS.” IN EVIDENZA! Contributo a fondo perduto in sostegno ad attività di formazione propedeutiche all’ottenimento della certificazione della parità di genere. Unioncamere Lombardia…. Read More

EXPORT, FIERE e SALONI: Nuovi finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per l’internazionalizzazione e la promozione delle imprese del Made in Italy con il Bando FRI-TUR e nuovi finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per la promozione internazionale delle imprese. Dal 1 luglio 2024 riparte l’incentivo FRI-Tur: Fondo per il turismo sostenibile. Finanziamento… Read More

inizio Torna all'inizio
Ti preghiamo di non rispondere a questa e-mail. Questa casella di posta non è monitorata e non riceveresti risposta. Per ricevere assistenza o qualsiasi altra informazione scrivi a: info@alteregosolution.it

AlterEgo Solution

AlterEgo Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.