AlterEgo Solution
Newsletter #08_2020

Osservatorio. Fare impresa in Italia: una corsa ad ostacoli.

L’Osservatorio, ripreso dai principali media italiani, mostra una panoramica delle migliori e peggiori Regioni del Paese in merito al supporto percepito, al sistema burocratico, alla gestione delle tasse, e alle aspettative per il futuro.

ProntoPro ha chiesto a 2000 professionisti e titolari di piccole e micro imprese il loro livello di soddisfazione nei confronti delle istituzioni locali e nazionali. I professionisti italiani percepiscono la burocrazia italiana come complicata. Un dato direttamente proporzionale allo scoraggiamento verso l’avviamento di nuove attività.

Fare impresa

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Regioni e province valutate sulla base del livello di soddisfazione di PMI e professionisti e sulle criticità relative all’avvio di un’impresa.

Lo Stato e le Regioni sono in grado di supportare in modo concreto il lavoro autonomo? Qual è la percezione delle piccole imprese italiane e quali sono le aspettative?

L’Osservatorio ProntoPro ha cercato di rispondere a queste domande interpellando 2000 professionisti e titolari di MPMI, chiamati a condividere il livello di soddisfazione nei confronti delle istituzioni locali e nazionali.

Sulla base dei risultati del sondaggio, è possibile tracciare una mappa delle regioni considerate migliori e peggiori sulla base del supporto percepito dai professionisti, tenendo conto del sistema burocratico, della gestione delle tasse e del fatturato.

Supporto al business: classifica regionale

Sul podio Lombardia, Basilicata, Piemonte. Fanalini di coda Campania, Sicilia e Calabria, ma anche la Provincia Autonoma di Trento.

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Criticità

Nessuna delle regioni sembra meritare un giudizio pienamente positivo da parte delle imprese, tanto che i professionisti mettono in evidenza tre fattori critici:

  • difficoltà di avvio attività, tenendo conto della complessità e dei costi di un nuovo business nella propria zona di residenza;
  • burocrazia eccessivamente complessa;
  • tasse elevate e insufficiente operato del Governo in materia di tassazione.

Il 75% degli intervistati ritiene insufficiente il sostegno regionale, l’82% quello statale. Colpa della burocrazia (57% ) e la complessità del sistema fiscale nonché della gestione delle tasse (80%). L’operato del governo in materia di tassazione risulta insufficiente, un parere su cui influisce non solo l’ammontare delle tasse, ma anche la gestione del gettito fiscale.

Previsioni di crescita

La maggior parte dei professionisti italiani non si sente supportata né dalle istituzioni locali né dal governo nazionale, ciò comporta poca fiducia e un senso di abbandono. Ma, nonostante la percezione negativa delle istituzioni, i professionisti Italiani sono positivi rispetto al futuro. La maggior parte degli intervistati si definisce ottimista sugli sviluppi della propria attività e sul fatturato che essa potrà generare. Un’Italia che conferma quindi la forte volontà di fare impresa, a cui si aggiunge un importante dato sulle possibilità di occupazione per il futuro : l’80,31% degli imprenditori intervistati vede infatti come stabile o in crescita il numero di impiegati nella propria attività.

Investire nella Formazione

Oltre a questi aspetti, per i professionisti è fondamentale investire nella formazione anche pubblicizzando al meglio eventi e programmi ad hoc, oltre a potenziare la funzionalità dei siti web istituzionali che possono diventare un’importante risorsa per reperire informazioni su regolamentazioni, agevolazioni fiscali, bandi e corsi.Mentre, attualmente, programmi ed eventi formativi non sono sufficientemente pubblicizzati. Un’occasione persa, alla luce del fatto che i professionisti li reputano molto utili.

Conclusioni

L’indagine ha evidenziato, in base alle risposte ottenute dai professionisti Italiani, 5 fattori chiave per il miglioramento delle condizioni lavorative in Italia: Burocrazia, Tassazione, Supporto, Formazione, Digitalizzazione,

Su quest’ultima, in particolare, i siti istituzionali possono diventare un’importante risorsa per i professionisti, per reperire informazioni su regolamentazioni, agevolazioni fiscali, bandi e corsi di formazione.

Per l’analisi completa, potete consultare la pagina dedicata all’ Osservatorio: https://www.prontopro.it/sondaggio/2019/regioni,

       Collaboriamo con gli imprenditori per far crescere le Vostre aziende ed è probabilmente per questo che seguite le nostre Newsletter.   A Voi riserviamo un primo contatto gratuito per approfondire i temi di maggiore interesse. Un nostro consulente è a Vostra disposizione, senza alcun impegno da parte Vostra.                      Potrete così ricevere, in modo personalizzato e dalla viva voce di un esperto, tutte le informazioni necessarie, semplicemente contattando i recapiti di seguito indicati:                             info@alteregosolution.it

Il progetto #VALOREAGGIUNTO di AlterEgosolution, agenzia di servizi e studio di consulenza di Roma, prevede il monitoraggio dei bandi utili al cliente, per 12 mesi pagato con una unica #accessfee.   La consulenza per l’ideazione, la realizzazione del progetto, del business-plan ed il tutoring, verranno retribuiti, con una #successfee, SOLO ad ottenimento del risultato.

linea
Potrebbe interessarti anche:

NUOVO Resto al Sud. Incentivi per tutti fino ai 46 anni. Leggi come ottenere i contributi a fondo perduto per chi resta o si trasferisce al Sud. Il nuovo Resto al Sud Sostanzioso allargamento della platea a cui è dedicata la misura Resto al Sud, dal 9 dicembre 2019 possono presentare domanda anche i liberi… Read More

IMPUGNAZIONE DEL LICENZIAMENTO: I TERMINI PER ANDARE IN GIUDIZIO. Impugnazione del licenziamento in sede giudiziale entro 180 giorni dall’atto extragiudiziale e casi particolari: normativa e sentenze di Cassazione. Il termine per l’impugnazione del licenziamento in via giudiziale si conta a partire dall’atto extragiudiziale, e non dalla fine dei 60 giorni entro i quali è possibile l’impugnazione extragiudiziale. Si esprime… Read More

Contributi a fondo perduto per Fiere ed Export Manager a microimprese e PMI Lazio. Apertura bando 04/03/20 Contributi a fondo perduto per progetti di Internazionalizzazione per le Micro, Piccole e Medie imprese del Lazio. Cinque milioni di euro per sostenere l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del Lazio. E’ questa la dotazione finanziaria del nuovo avviso pubblicato… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.