AlterEgo Solution
#12 – Smart energy fund; Energia sostenibile 2.0; Coproduzioni cinematografiche.


Smart Energy Fund – Fondo di ingegneria finanziaria per le Pmi

Scopo dell’Avviso, rivolto alle PMI laziali, è di sostenere gli investimenti per il miglioramento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia rinnovabile. Il sostegno consiste nell’erogazione di finanziamenti agevolati e in sinergia con gli incentivi statali, che sono spesso umo, devono riguardare immobili esistenti e con destinazione d’ussignificativi ma diluiti nel tempo. Gli investimenti in efficienza energetica e nella produzione di energia, finalizzati – anche in parte – all’autoconso non abitativa.

I soggetti beneficiari sono le PMI del Lazio che:

  • realizzano direttamente il programma di investimento grazie al prestito agevolato ricevuto a valere sul Fondo;
  • beneficiano dell’agevolazione in forma indiretta, per il tramite di un soggetto terzo (FTT Provider), che ottiene il prestito agevolato e realizza il programma di investimento, trasferendo all’impresa beneficiaria il beneficio del tasso agevolato e dell’efficientamento energetico.

Gli investimenti ammissibili, che devono essere tutti realizzati nel territorio regionale del Lazio, sono i seguenti:

  • investimenti semplici: Pannelli Solari termici, Caldaie a condensazione, Sostituzione serramenti e infissi, Installazione apparecchi a LED, Fotovoltaico, Impianti a biomassa legnosa, Pompe di calore elettriche per la produzione di ACS, Pompe di calore elettriche per il condizionamento con potenza inferiore ai 12 kW, Condizionatori ad aria ad alta efficienza con potenza inferiore ai 12 kW
  • investimenti complessi: per la riduzione dei consumi di energia primaria nella misura minima del 10% annuo rispetto alla media degli ultimi due anni;
  • investimenti che migliorino di almeno una classe energetica la prestazione energetica generale dell’edificio o unità immobiliare oggetto dell’intervento;
  • altri impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili a scala ridotta (capacità istallata inferiore a 500 kWp);
  • impianti ex novo per la cogenerazione ad alto rendimento, come definita all’art. 2 (34) della Direttiva 2012/27/UE.

L’importo totale delle spese ammissibili non deve essere inferiore a 10 mila euro.

Il prestito agevolato è un mutuo chirografario a tasso zero, ovvero al tasso minimo compatibile con la normativa sugli Aiuti di Stato. I mutui sono erogati con due modalità alternative: “Prestiti Non Cofinanziati” ( fino a 100.000 euro) o “Prestiti Cofinanziati”. L’importo non può essere inferiore a 10 mila euro né superiore a 1 milione di euro,

La presentazione delle domande sarà aperta dalle ore 9 del 10 dicembre 2015.

Saranno accolte domande fino a copertura di un ulteriore 50% dello stanziamento complessivo quale riserva di futuro finanziamento in caso di rinuncia, inammissibilità o decadenza delle domande utilmente collocate o di ulteriori disponibilità.

 

Call for Proposal “Energia Sostenibile 2.0” – Investire sugli edifici pubblici per migliorare la sostenibilità economica e ambientale attraverso interventi per l’efficienza energetica e l’incremento dell’uso delle energie rinnovabili.

energy_effiency_fp2

L’obiettivo è individuare immobili pubblici sui quali realizzare interventi a valere, con il duplice obiettivo di ridurre, da un lato la spesa corrente delle Pubbliche Amministrazioni, con tutti i conseguenti benefici per le finanze pubbliche, e dall’altro di incrementare la sostenibilità energetica e ambientale degli edifici e del territorio nel quale vengono realizzati gli interventi.

La dotazione finanziaria è di 13,2 milioni di euro, incluso il servizio di Diagnosi energetica di cui all’art. 9 della Call.

Possono presentare la propria candidatura i seguenti Soggetti Pubblici proprietari o titolari ope legis della gestione dell’immobile da candidare per un intervento di miglioramento dell’efficienza energetica:

  • Roma Capitale (gli interventi relativi ai Municipi saranno candidati da Roma Capitale);
  • Comuni;
  • Province Città Metropolitana.

Le tipologie di immobili o i complessi immobiliari ammissibili sono i seguenti:

  • Strutture pubbliche sedi di Enti locali;
  • Strutture di servizi socio-educativi (asili nido, scuola dell’infanzia, scuole primarie e secondarie);
  • Strutture sportive (palestre, piscine e campi sportivi);
  • Strutture eroganti servizi sociali.

I Dossier di candidatura dovranno essere presentati esclusivamente on line previa registrazione del Legale Rappresentante del Soggetto proponente, che dovrà richiedere il rilascio di un’utenza composta da User-id e Password – dal 6 novembre 2015 all’11 gennaio 2016.

Ciascun Soggetto proponente potrà presentare un numero di candidature variabile, secondo quanto stabilito dall’Avviso pubblico.

Il Dossier di candidatura dovrà essere inviato entro e non oltre lo stesso termine suddetto attraverso posta elettronica certificata all’indirizzo ssl@pec.lazioinnova.it.

 

Realizzazione di coproduzioni cinematografiche e di altri audiovisivi

Produzioni cinematografiche

L’intervento sostiene la realizzazione di coproduzioni cinematografiche e di altri audiovisivi, come definiti dall’Avviso pubblico, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto a fronte delle spese ammissibili sostenute dai beneficiari per la realizzazione di tali coproduzioni.

Per l’iniziativa sono stanziati 10 milioni di euro; di questi, il 50% è riservato alle coproduzioni cinematografiche e il 50% alle coproduzioni di altri audiovisivi.

A beneficiare dell’Avviso sono le imprese che, già al momento della presentazione della domanda, operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi”, rispettano i requisiti dimensionali di Pmi previsti dalla regolamentazione comunitaria, sono già iscritte al Registro delle Imprese ovvero a un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione Europea e sono produttori indipendenti. Tali imprese, al momento della richiesta della prima erogazione, devono avere residenza fiscale in Italia e una sede operativa del Lazio, che dovrà essere mantenuta per almeno 3 anni da tale data.

L’intervento sostiene la realizzazione di coproduzioni cinematografiche e di altri audiovisivi, come definiti dall’Avviso pubblico, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto a fronte delle spese ammissibili sostenute dai beneficiari per la realizzazione di tali coproduzioni.

Per l’iniziativa sono stanziati 10 milioni di euro; di questi, il 50% è riservato alle coproduzioni cinematografiche e il 50% alle coproduzioni di altri audiovisivi.

A beneficiare dell’Avviso sono le imprese che, già al momento della presentazione della domanda, operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi”, rispettano i requisiti dimensionali di Pmi previsti dalla regolamentazione comunitaria, sono già iscritte al Registro delle Imprese ovvero a un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione Europea e sono produttori indipendenti. Tali imprese, al momento della richiesta della prima erogazione, devono avere residenza fiscale in Italia e una sede operativa del Lazio, che dovrà essere mantenuta per almeno 3 anni da tale data.

Le domande di contributo dovranno essere presentate via web, a partire dal 1° dicembre 2015, secondo il procedimento a sportello (la valutazione e la concessione dei contributi segue l’ordine di arrivo).

linea
Potrebbe interessarti anche:

Ordini Professionali: Bonus attraverso le Casse Previdenziali. Decreto Conte prevale su direttive regionali. In base al Dpcm del 22 marzo 2020, “Cura Italia”, operativo da lunedì 23 marzo, i professionisti iscritti agli ordini possono proseguire l’attività, come in tutti gli altri casi adottando lo smart working dove possibile, in alternativa adottando tutte le precauzioni atte… Read More

Bonus 600 euro autonomi: procedura INPS online dal 30 marzo. Ai nastri di partenza la procedura INPS online per fare domanda di indennizzo da 600 euro riservato a Partite IVA, autonomi, lavoratori del turismo, agricoltura e spettacolo. Da lunedì 30 marzo sarà disponibile la procedura INPS per inoltrare la domanda per l’indennizzo da 600 euro che il Decreto Cura Italia riserva per il mese… Read More

Coronavirus, Regione Lazio vara piano ‘Prontacassa’: 10.000 euro a micro, piccole, medie aziende e liberi professionisti. Col provvedimento vengono messe in campo delle importanti iniziative a sostegno della liquidità di imprese e liberi professionisti del Lazio, che nel loro insieme, a regime, porteranno a mobilitare circa 450 milioni di euro Si tratta di interventi adottati… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.