Alterego
#8 – Nuova programmazione finanziamenti agevolati Lazio Europa 2014 – 2020

Dagli asili agli agriturismi; dalla riconversione di imprese e stabilimenti industriali, alla formazione professionale. Con una programmazione intelligente ed integrata dei fondi strutturali europei (FSE), la Regione Lazio si propone di finanziare progetti importanti per il rilancio dell’occupazione e per sostenere la ripresa economica.

Il 24 giugno scorso, il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ha scelto l’Auditorium di Roma per incontrare professionisti ed imprese e mettere sul piatto finanziamenti per 3,3 miliardi di Euro e 45 “ azioni cardine” per il lavoro, l’impresa e l’occupazione per il periodo luglio 2015 – dicembre 2020.

In tutto sono 38 la “azioni cardine” che saranno avviate entro il 2015, di cui le prime nei prossimi giorni, entro la fine del mese di luglio.

I finanziamenti riguardano tutti e 3 i Fondi messi a disposizione dalla Unione Europea. Si tratta del Fondo Sociale Europeo ( FSE) , del Fondo Europeo Sviluppo Regionale ( FESR) e del Fondo Europeo Sviluppo Agricolo ( FEASR ).

Di seguito alcuni esempi di come saranno ripartiti i finanziamenti:
64 mln € – riconversione industriale; competizione;
70 mln € – sostegno ad agriturismi, fattorie didattiche, agricoltura sociale;
140 mln € – centralità dell’occupazione; ricollocazione; gestione risorse attive occupazione (formazione disoccupati e/o inoccupati);
47,2 mln € – qualità della vita, servizi all’infanzia, sostegno a “start up”, asili nido.

I primi bandi relativi a queste azioni principali, verranno pubblicati entro luglio 2015 e riprenderanno da settembre fino alla fine del 2015.

Continuate a seguire la nostra newsletter per rimanere sempre aggiornati sull’argomento.

AlterEgo Solution è uno studio di consulenza indipendente che, oltre ai servizi dedicati a professionisti ed imprese, si occupa di supportare privati ed aziende ubicate sull’intero territorio nazionale, nell’ottenimento di contributi e finanziamenti agevolati rivolti a start up, micro, piccole e medie imprese.
Per qualsiasi informazione in merito alle agevolazioni in oggetto, o per conoscere le ulteriori possibilità di finanziamento a tasso agevolato o di contributo, invitiamo privati ed aziende interessate a contattarci.

 

cantiere
POR FESR: Programma Operativo della Regione Lazio “investimenti per la crescita e lo sviluppo delle imprese”, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo Sviluppo Regionale (FESR).

DATI ECONOMICI:

Dotazione finanziaria complessiva del POR FESR Lazio 2014-2020:

913.100.000€ complessivi, di cui il 50% è Comunitario, l’altro 50% è coperto da risorse nazionali e regionali.

Obiettivi tematici da raggiungere e budget previsti per essi:

1. Ricerca & Sviluppo OT1 :                                             180.000.000 €

2. Comunicazione Tecnologica( Lazio Digitale) OT2:       154.300.000 €

3. Crescita e competitività PMI OT3:                                 276.400.000 €

4. Sostenibilità energetica e mobilità OT4:                        176.000.000 €

5. Clima ed Ambiente( rischio idrogeologico) OT5:             90.000.000 €


Potenziamento del sistema produttivo attraverso competitività ed innovazione

Progetti finanziati attraverso il POR FESR:

Il programma operativo persegue gli strumenti di Europa 2020 per una crescita delle imprese del territorio intelligente, sostenibile ed inclusiva e per il conseguimento della coesione economica, sociale e territoriale attraverso gli investimenti finanziati dalla Regione Lazio.

Lo scopo è di garantire a tutti ( privati ed imprenditori) la partecipazione ai progetti finanziati per l’acquisizione delle competenze   necessarie ad accedere al mondo dell’impresa e partecipare alla vita economica e sociale.

I bandi di immediata pubblicazione, entro luglio 2015, saranno i seguenti:

1. ISF- Innovazione sostantivo femminile, 1 milione €;
2. Microinnovazione, 4 milioni €;
3. Audiovisivo, 12 milioni €.

A settembre verranno pubblicati i bandi su Internazionalizzazione e su Innovazione Reti PMI.
Inoltre, sono già stati stanziati i fondi Banca Europea Investimenti (BEI), per l’accesso al credito delle imprese laziali:
4. 85 milioni, per finanziare richieste di prestiti;
5.   3 milioni, per finanziare il pagamento di interessi.

 

inside-job-wallpaper

POR FSE: Programma Operativo della Regione Lazio “investimenti per la crescita e l’occupazione”, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE).

rappresenta il documento con il quale la Regione fissa le priorità strategiche e gli obiettivi che intende perseguire nel periodo 2014-2020.

DATI ECONOMICI:

Dotazione finanziaria complessiva del POR FSE Lazio 2014-2020:

902.500.000 € complessivi, di cui il 50% è comunitario, l’altro 50% è coperto da risorse nazionali e regionali.


Obiettivi tematici da raggiungere e budget previsti per essi:

1.Sviluppo dell’occupazione OT8 :                                                     414.200.000 €

2.Sostegno all’inclusione sociale OT9:                                               180.500.000 €

3.Crescita del capitale umano( formazione) OT10:                            238.500.000 €

4.Rafforzamento della capacità istituzionale e amministrativa OT11:   33.300.000 €


Diritto allo studio ed alla formazione per lo sviluppo dell’occupazione
 

Progetti finanziati attraverso il POR FSE:

1. Progetti speciali per le scuole.
Atti a contrastare la dispersione scolastica e a migliorare l’esperienza scolastica di alunni e docenti.
3000 le scuole raggiunte da questo intervento (proiezione minima).

2. Creazione del Network Porta Futuro, sviluppo del relativo format e dei servizi di supporto necessari.
Espansione in tutta la Regione del progetto “Porta Futuro” ora attivo solo nella Provincia di Roma.
Porta Futuro nasce con l’obiettivo di superare i vecchi modelli dei Centri dell’impiego favorendo l’incontro tra domanda e offerta di lavoro (forte rete con le università e le realtà imprenditoriali del territorio) e concedendo una formazione breve, orientamento personale e professionale (assistenza nella redazione del curriculum vitae, preparazione ai colloqui di lavoro e seminari motivazionali).

3. Formazione aziendale on demand per i lavoratori.
Corsi di formazione basati sulla metodologia innovativa dell’on demand rivolti ai lavoratori inoccupati e disoccupati, incentrando la preparazione sulle richieste espresse dalle Pmi e Grandi imprese del territorio laziale.

4. Realizzazione di Scuole di alta formazione.
Creazione di scuole di alta formazione nei settori che oggi possono garantire una maggiore offerta di lavoro, le prime scuole saranno dedicate al web, al turismo e all’artigianato locale.
Rivolto a tutti i giovani in possesso del diploma di scuola media superiore.

5. Formazione professionale per i Green Jobs e per la conversione ecologica.
Corsi di alta formazione atti a creare profili adeguati nel campo della green economy, con occupazione nei settori di:
produzione, fornitura e vendita di energie rinnovabili; biotecnologia; agro-alimentare; turismo; edilizia; architettura; ingegneria e trasporti; gestione dei rifiuti, applicazione delle nuove tecnologie ai settori tradizionali.

Rivolto a giovani e adulti, occupati e in cerca di occupazione, in possesso di un titolo di studio di istruzione superiore o di una laurea, in particolare, in discipline scientifiche, giuridiche, economiche e in ingegneria.

6. Torno subito. Inserimento lavorativo dei giovani attraverso azioni di formazione/lavoro in Italia e all’estero. Progetto già avviato (vedi programma 2007-2013) che, a completamento, coinvolgerà circa 8.000 giovani universitari o laureati di età compresa tra i 18 e i 35 anni.
Il progetto è suddiviso in due fasi:
la prima fase prevede il finanziamento di un periodo di alta formazione o work experience da fare fuori dalla Regione Lazio (altre Regioni italiane, Paesi UE o Resto del Mondo ); mentre la seconda fase si svolge al ritorno, all’interno del territorio regionale, tramite contatti con le imprese, con lo scopo di reimpiegare nella Regione le competenze acquisite fuori, attraverso un tirocinio formativo retribuito.

7. Sperimentazione del contratto di ricollocazione.
Rivolto ai disoccupati e inoccupati. Con tale contratto la Regione mette direttamente in rapporto chi cerca lavoro con delle agenzie interinali specializzate. Queste, entro 4 mesi, dovranno offrire ad ogni persona un’offerta di lavoro adeguata.

 

farm1

POR FEASR: Programma Operativo della Regione Lazio “investimenti per la crescita e lo sviluppo delle imprese Agricole e Rurali”, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo Sviluppo Agricolo Rurale (FEASR).

DATI ECONOMICI:

Dotazione finanziaria complessiva del POR FEASR Lazio 2014-2020:

780.100.000€ complessivi, di cui il 50% è Comunitario, l’altro 50% è coperto da risorse nazionali e regionali.

Obiettivi da raggiungere e budget previsti per essi:

  1. Ricerca & Innovazione OT1:                 31.200.000 €
  2. Agenda Digitale OT2:                            40.600.000 €
  3. Competitività sistemi produttivi OT3:   315.400.000 €
  4. Energia sostenibile OT4:                       80.700.000 €
  5. Clima ed Ambiente OT5:                     207.000.000 €
  6. Occupazione OT8:                                  7.000.000 €
  7. Inclusione sociale OT9:                         70.900.000 €
  8. 8.Istruzione e formazione OT10              7.800.000 €

Competitività delle imprese agricole attraverso innovazione e certificazione di qualità.

Progetti finanziati attraverso il POR FEASR.
Semplificazione amministrativa, tempi certi per l’imprenditore:

  • procedura telematica unica;
  • qualifica di imprenditore attivo;
  • banche dati regionali integrate;
  • introduzione dei costi standard.

Promozione del turismo.
Migliorare la ricettività turistica, sbilanciata su Roma. (Civita di bagnoregio ha più visitatori del Colosseo):

  • promuovere siti d’arte alternativi tramite dei prodotti locali specifici: le eccellenze del territorio (cibo, cultura, clima, benessere);
  • migliorare la qualità dei servizi offerti ai visitatori.

Competitività aziende agricole.
Potenziare la competitività dell’agricoltura in tutte le sue forme e la redditività delle aziende agricole.

  • Fondo di garanzia sotto forma di aiuto;
  • Investimenti collettivi;
  • Fondo calamità naturali ampliato anche alle patologie biotiche;
  • Multifunzionalità delle attività aziendali ( agricoltura, allevamento, commercio, turismo).

Filiere e Qualità.
Incentivare l’organizzazione delle filiere agroalimentari e la gestione dei rischi del settore.

  • Promuovere filiere organizzate ed integrate;
  • Sviluppo, controllo e certificazione della qualità dei prodotti;
  • Sviluppo del benessere animale.

Ricambio generazionale.
Promuovere il trasferimento di conoscenze nel settore agricolo, forestale e nelle zone rurali:

  • Più risorse per i giovani agricoltori che subentrano;
  • Sostegno alle start up agricole;
  • Sostegno ai “business plan”;
  • Nuovi insediamenti agricoli per recupero rerritori abbandonati.

Ambiente e clima.
Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi dipendenti dall’agricoltura e dalla silvicoltura:

  • Sviluppo agricoltura di montagna;
  • Sostegno alle politiche di investimento volte al miglioramento di C&A;
  • Sviluppo agricoltura biologica;
  • Approcci collettivi agroalimentari (pianificazione);
  • Salvaguardia foreste ed interventi agro climatico- ambientali.

Territori rurali.
Incoraggiare l’uso efficiente delle risorse ed il passaggio ad un’economia a bassa emissione di carbonio e resiliente al clima:

  • PPI ( progetto pubblico integrato) da integrare e sviluppare con i leader privati del settore;
  • Sviluppo strategie aree interne;
  • Sviluppo banda ultra larga.

Potrebbe interessarti anche:

TAX CREDIT2018 – Aperte le domande Il Bonus 2018 Alberghi esteso a terme, spa, agriturismo e strutture ricettive in genere. Da giovedì 25 gennaio si possono compilare le domande per chiedere il tax credit al 65% (credito tasse) per le migliorie e le ristrutturazioni fatte nel 2017. CLICK DAY il 26 e 27 febbraio !… Read More



LAZIO_Export PMI- finanziamento competitivo a fondo perduto. Scade il 15/05/2018 Oltre 5 milioni di euro per aiutare artigiani e Pmi del Lazio a modernizzarsi, migliorare la loro competitività e puntare sull’internazionale. Internazionalizzazione delle Pmi Il bando stanzia 2,2 milioni di euro e concede contributi alle imprese, in forma singola o associata, per progetti di internazionalizzazione, anche di piccola… Read More



LAZIO_ARTIGIANATO contributi a fondo perduto. Scade il 15/05/2018 3 milioni di euro per aiutare gli artigiani del Lazio a modernizzarsi, migliorare la loro competitività. Interventi per l’Artigianato Un bando da 3 milioni di euro (fondi regionali) per sostenere progetti di potenziamento della produttività e di innovazione delle imprese artigiane del Lazio attraverso progetti delle imprese (2,6 milioni) o servizi offerti dai Centri… Read More



Torna all'inzio

Alterego

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it
| info@alteregosolution.it
www.alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.