AlterEgo Solution
Newsletter #03_2020

Come ottenere i finanziamenti a Fondo Perduto con Resto al Sud (ma anche torno). Incentivi fino all’età di 46 anni.

Resto al Sud in Legge di Bilancio

La legge di bilancio 2019 amplia la platea delle categorie ammesse a richiedere il finanziamento di “Resto al Sud”.

La nuova legge di bilancio 2019 ha previsto infatti un sostanzioso allargamento della platea a cui è dedicata la misura Resto al Sud, aprendo l’agevolazione anche ai professionisti e facendo in modo che anche i meno giovani con meno di 46 anni possano accedere all’agevolazione

“Resto al Sud”, è gestito di Invitalia, è una misura dedicata a coloro i quali vogliono costituire nuove imprese e avviare nuovi studi professionali nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Incentivo Resto al Sud

L’incentivo Resto al Sud consente, a chi ne possiede i requisiti, di ricevere fino a 50 mila euro se singoli e fino a 200 mila euro se l’incentivo viene chiesto da una società di 4 o più persone. Il finanziamento è volto a coprire il 100% delle spese ammissibili. Precisamente sono previsti:

  • contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento;
  • finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI.

Beneficiari

Per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio, i beneficiari dell’iniziativa sono dunque diventati tutti gli under 46 residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia al momento della presentazione della domanda, o che vi si trasferiscono dopo la comunicazione di esito positivo.

Come ulteriore requisito viene chiesto di NON avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento e di NON essere già titolari di altra attività di impresa in esercizio.

Ai liberi professionisti viene chiesto di non risultare titolari di partita IVA nei dodici mesi antecedenti alla presentazione della domanda, per lo svolgimento di un’attività analoga a quella per cui chiedono le agevolazioni.

Possono presentare richiesta di finanziamento anche le società, anche se cooperative, le ditte individuali costituite successivamente alla data del 21 giugno 2017, o i team di persone che si costituiscono entro 60 giorni (o 120 se residenti all’estero) dopo l’esito positivo della valutazione.

Progetti ammissibili

Con il finanziamento Resto al Sud è possibile avviare iniziative imprenditoriali per:

  • la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura;
  • la fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • il turismo.

Sono escluse dal finanziamento le attività libero professionali e il commercio.

Spese ammissibili

Sono finanziabili le spese relative a:

  • interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili – massimo 30% del programma di spesa;
  • macchinari, impianti e attrezzature nuovi;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione (TIC);
  • altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative) – massimo 20% del programma di spesa.

Non sono ammissibili le spese di progettazione, le consulenze e quelle relative al costo del personale dipendente.

Come presentare domanda

Le domande devono essere inviate attraverso la piattaforma dedicata accessibile dal sito Invitalia.it. Per presentare domanda è necessario:

  • disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido e attivo, in considerazione del fatto che tutte le comunicazioni tra l’Agenzia e i proponenti avvengono esclusivamente via PEC.

Criteri di valutazione

I progetti verranno valutati in base ai seguenti criteri:

  • adeguatezza e coerenza delle competenze dei soci rispetto alle specifiche attività previste dal progetto imprenditoriale;
  • capacità della compagine di presidiare gli aspetti del processo tecnico-produttivo e organizzativo;
  • potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing;
  • sostenibilità tecnico-economica dell’iniziativa;
  •  verifica della sussistenza dei requisiti per la concessione della garanzia del Fondo di Garanzia per le PMI.

Resto al Sud è un incentivo a “sportello”: le domande vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo e valutate, mediamente, entro due mesi dalla presentazione. Per predisporre il progetto è possibile richiedere assistenza gratuita a uno dei soggetti accreditati con Invitalia oppure rivolgersi agli esperti di ALTEREGOSOLUTION.

AlterEgoSolution è uno studio di consulenza che, oltre alla gestione di servizi per professionisti e privati, si occupa di supportare le aziende ubicate sull’intero territorio nazionale nell’ottenimento di contributi e finanziamenti.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva in merito alle agevolazioni in oggetto o per conoscere le ulteriori possibilità di finanziamento a tasso agevolato o di contributo a fondo perduto potete contattaci tramite il nostro sito: www.alteregosolution.it/ oppure invia una mail a: info@alteregosolution.it

linea
Potrebbe interessarti anche:

Coronavirus, Regione Lazio vara piano ‘Prontacassa’: 10.000 euro a micro, piccole, medie aziende e liberi professionisti. Col provvedimento vengono messe in campo delle importanti iniziative a sostegno della liquidità di imprese e liberi professionisti del Lazio, che nel loro insieme, a regime, porteranno a mobilitare circa 450 milioni di euro Si tratta di interventi adottati… Read More

Microcredito: innalzato il tetto del finanziamento a 40.000 Euro. Il Decreto Cura Italia (Decreto Legge 18/20) prevede importanti e numerose misure di intervento straordinario per il sostegno economico di titolari di partita IVA: artigiani, liberi professionisti, microimprese, PMI, ecc… , connesse all’emergenza Covid-19. Alcuni di questi interventi (per quanto riguarda il Fondo di Garanzia PMI,… Read More

Smart Working Lazio. Contributi a fondo perduto.Smart Working, risorse anche per microimprese e partite Iva con 1 solo dipendente    A sportello. L’avviso è aperto, a sportello, e le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica. I contributi possono essere utilizzati per l’acquisto di hardware, software, consulenze o corsi di formazione, per adottare… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.