AlterEgo Solution
Newsletter #16_2019

Invitalia – Nuove imprese a tasso zero

Il bando Nuove imprese a tasso zero” ha l’obiettivo di sostenere, in tutta Italia, la creazione di micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

A chi è rivolto

Le agevolazioni sono rivolte alle imprese composte da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale.

Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda.       Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Prevede il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro e può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili. Per il 25% residuo, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

La dotazione finanziaria è di circa 150 milioni di euro, le agevolazioni saranno concesse fino a esaurimento dei fondi.

“Nuove imprese a tasso zero” è una misura a sportello, le domande sono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e non ci sono graduatorie.

Cosa finanzia

Sono finanziabili le iniziative per:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • commercio di beni e servizi
  • turismo

Possono essere ammessi anche progetti riconducibili a settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, nella filiera turistico-culturale e relativi all’innovazione sociale.

Spese ammissibili

Premesso che i programmi di spesa non devono essere superiori ad € 1.500.000 da realizzare entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento (possibilità di una proroga di 6 mesi). Le spese ammissibili sono:

  • Suolo aziendale: nel limite max del 10% del programma complessivamente ammesso (solamente per Industria, Artigianato e Trasformazione prodotti agricoli);
  • Realizzazione, Acquisto e Ristrutturazione Fabbricati per: Industria, Artigianato e Trasformazione prodotti agricoli (40%);
  • Acquisto e Ristrutturazione Fabbricati per: Turismo (70%); altri settori (40%);
  • Macchinari, Impianti e attrezzature(100%);
  • Programmi informatici(100%);
  • Servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (20%);
  • Brevetti, Licenze e Marchi(20%);
  • Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti (5%);
  • Consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico-finanziari, progettazione direzione lavori, impatto ambientale (5%).

Per le imprese ammesse al finanziamento è previsto un rimborso agevolato che parte dal momento del completamento del piano di investimenti, da realizzare entro 24 mesi dalla firma del contratto. La durata massima del piano di rimborso è di 8 anni con pagamento di due rate semestrali posticipate. Grazie alla Convenzione Invitalia con ABI e MISE, le imprese beneficiarie possono realizzare i programmi di spesa ammessi alle agevolazioni sulla base di fatture di acquisto non quietanziate, consentendo tempi di realizzazione più rapidi, un impegno finanziario meno oneroso e un pagamento più veloce dei fornitori.

Nuove imprese a tasso zero: il decalogo

Gli incentivi di “Nuove imprese a tasso zero” gestiti da Invitalia sono rivolti alle donne di tutte le età e ai giovani fino a 35 anni che vogliono avviare una piccola o micro impresa e prevede un finanziamento a tasso zero con spese fino a 1,5 milioni di euro a copertura fino al 75% delle spese totali ammissibili.

Esclusa IVA, non agevolabile

I programmi di spesa non devono essere superiori ad € 1.500.000 da realizzare entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento (possibilità di una proroga di 6 mesi).

Nel calcolo delle spese non deve essere considerata l’IVA, che non è agevolabile.

Requisiti

Possono fare domanda anche persone fisiche che intendono costituire una società, a condizione di costituire la società entro 45 giorni dalla concessione del finanziamento. Può chiedere l’agevolazione anche una società già esistente, purché costituita da non più di 12 mesi. Sono invece escluse le ditte individuali, le società semplici, le società di fatto.

Valutazione delle competenze

La valutazione di merito da parte di Invitalia si basa su criteri che includono l’adeguatezza e la coerenza delle competenze dei soci rispetto all’attività prevista dal piano di impresa e ai ruoli di responsabilità che saranno ricoperti.

Parola chiave: distinguersi

Vengono inoltre valutate favorevolmente le capacità dell’iniziativa di presidiare gli aspetti del processo tecnico-produttivo e organizzativo, l’introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale, le potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing, la sostenibilità economica e finanziaria dell’iniziativa.

Progetto auto-consistente

Con la domanda di accesso alle agevolazioni deve essere presentato anche un piano d’impresa che descriva nel dettaglio l’idea imprenditoriale, compresi gli aspetti economico-finanziari

Spese non agevolabili

E’ utile ricordare che, coprendo fino al 75% dell’investimento, al netto IVA, l’impresa dovrà sostenere autonomamente il 25% delle spese e l’intera IVA

Come proporre la propria idea

Nel piano d’impresa va anche descritto nel dettaglio il proprio progetto, la propria idea imprenditoriale, completa di analisi del mercato e relative strategie, aspetti tecnico-produttivi e organizzativi, oltre che i già citati aspetti economico-finanziari.

Occhio alle scadenze e ai dettagli

La valutazione dei progetti avviene in ordine cronologico, senza graduatoria. Non sono previste scadenze per la presentazione delle domande: Nuove imprese Tasso Zero è una misura a sportello, dunque le domande possono essere presentate fino a quando ci sono fondi disponibili.     Dunque, più che le tempistiche sono importanti i dettagli del progetto.

Valutazione del progetto

Per ogni criterio di valutazione è previsto un punteggio. Sono incentivabili i progetti che raggiungono almeno un certo punteggio minimo.

Il colloquio

Dopo la verifica formale, verranno sottoposte ad una valutazione di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia, al quale è consigliabile che siano presenti tutte le persone che ricoprono ruoli strategici nella gestione dell’impresa. Nel caso in cui non ci si presenti al colloquio di valutazione la domanda viene considerata automaticamente respinta.

linea
Potrebbe interessarti anche:

Al via il nuovo bando per le donne dalla Regione Lazio. Per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile. Un milione di euro per le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le libere professioniste: a tanto ammontano le risorse stanziate sulla quarta edizione del bando “Innovazione sostantivo femminile”,  finanziato con risorse a “Supporto a soluzioni ICT… Read More

Voucher internazionalizzazione: 5 milioni di euro per le Pmi del Lazio Cinque milioni di euro per sostenere l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del Lazio. Obiettivi Sostenere gli interventi di internazionalizzazione per favorire l’accesso sui mercati esteri di Micro e PMI regionali. Dotazione e intensità di aiuto L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 5.000.000 Euro…. Read More

Bandi di finanza agevolata ed a fondo perduto 2019. Una selezione dei principali aperti o di prossima apertura. Impresa 2014-2020 Digital Impresa Lazio: sostiene l’adozione di interventi di digitalizzazione e di ammodernamento tecnologico nelle imprese, domande dal 10 luglio al 2 ottobre 2019. Per saperne di più: //bit.ly/2ZDWJtC. BANDO VOUCHER DIGITALI 4.0, //www.puntoimpresadigitale.camcom.it/paginainterna/voucher-digitali-40 Lazio Cinema International… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.