AlterEgo Solution
Newsletter #32_2019

Roma Capitale_L’IMPRESA MADE IN ROMA: fino a 40.000 Euro a microPMI e start-up nelle periferie urbane di Roma.

Scade il 27 dicembre 2019

  1. Finalità

il bando ha lo scopo di sostenere la creazione di nuove imprese (da costituire o costituite da non oltre 12 mesi dalla data di pubblicazione del bando) e i progetti di investimento presentati da imprese esistenti da oltre 12 mesi, nelle periferie urbane di Roma.

I soggetti ammessi a partecipare sono le nuove “micro imprese” per la fornitura di servizi e la produzione di beni, e le “piccole imprese” per la produzione di beni, sotto qualsiasi forma giuridica.  Per quanto riguarda i settori di intervento si terrà conto del tipo di attività, ma soprattutto verranno presi in considerazione fattori di crescita qualificanti quali: la ricerca, lo sviluppo tecnologico, l’innovazione, la prevenzione e gestione del rischio ambientale, l’artigianato digitale e la manifattura sostenibile, nonché le finalità sociali nel campo della crescita dell’occupazione, dell’integrazione e della cultura.

  1. Dotazione finanziaria

Lo stanziamento di € 820.000,00 è suddiviso in:

1) € 500.000,00 per le nuove imprese da costituire o costituite da non più di 12 mesi;

2) € 320.000,00 per le imprese già costituite.

  1. Soggetti ammissibili

–  nuove “micro imprese” per la fornitura di servizi e la produzione di beni;

– “piccole imprese” per la produzione di beni.

Le suddette imprese potranno avere o assumere la forma di ditta individuale, società di persone, società di capitale, società cooperativa.

Le sedi operative delle attività dovranno essere ubicate all’interno di una delle zone urbanistiche individuate di seguito. Tale localizzazione dovrà essere mantenuta per tutta la durata del finanziamento.

Ogni imprenditore può presentare una sola proposta progettuale.

  1. Settori di intervento

I progetti imprenditoriali possono riguardare qualunque settore, tranne i casi di esclusione previsti dal bando.

  1. Aree agevolabili

L’elenco delle 64 zone urbanistiche è il seguente:

1d Testaccio, 1e Esquilino, 4b Val Melaina, 4d Fidene, 4e Serpentara, 4i Tufello,

4l Aeroporto dell’Urbe, 4m Settebagni, 4n Bufalotta

5b Casal Bruciato, 5c Tiburtino Nord, 5e San Basilio, 5f Tor Cervara,

5h Casal de’Pazzi, 5l  Settecamini

6a Torpignattara, 6b Casilino, 6c Quadraro, 6d Gordiani

7a Centocelle, 7b Alessandrino, 7c Tor Sapienza, 7d La Rustica

7f Casetta Mistica, 7g C.Dir. Centocelle

8a Torrespaccata, 8b Torre Maura, 8c Giardinetti – Tor Vergata, 8d Acqua Vergine

8e Lunghezza, 8f Torre Angela, 8g Borghesiana, 8h S. Vittorino, 9c Tor Fiscale

10f Osteria del Curato, 10g Romanina, 10h Gregna, 10l Morena

12d Laurentino, 12g Spinaceto, 12h Vallerano Castel di Leva, 12i Decima

12l Porta Medaglia, 12n Santa Palomba

13b Acilia Nord, 13c Acilia Sud, 13e Ostia Antica, 13f Ostia Nord

15c Pian due Torri, 15d Trullo, 15f Corviale, 15g Ponte Galeria, 16e Massimina,

18c Fogaccia, 18e Casalotti di Boccea, 18f Boccea

19b Primavalle, 19d S. Maria della Pietà, 19g Castelluccia, 19h S. Maria di Galeria

20i S. Cornelia, 20l Prima Porta, 20m Labaro, 20n Cesano

  1. Misure e Agevolazioni

Il bando L’Impresa Made in Roma è articolato in due misure:

Misura 1) Nuove Imprese

Misura 2) Imprese esistenti

Si formeranno pertanto due graduatorie.

Il finanziamento coprirà il 50% del piano investimenti del progetto presentato e sarà così suddiviso:

– un finanziamento a tasso agevolato, pari al tasso di interesse legale vigente, nel limite massimo del 25% della spesa complessiva ammessa fino ad un massimo di € 20.000,00; tale finanziamento sarà erogato in un’unica tranche alla stipula del contratto con Roma Capitale e dovrà essere rimborsato in cinque anni secondo il piano di ammortamento indicato nel contratto;

– un contributo a fondo perduto, nel limite massimo del 25% della spesa complessiva ammessa fino ad un massimo di € 20.000,00, tale contributo sarà erogato a saldo, a completamento del programma di investimento.

I progetti di investimento presentati dalle imprese dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla stipula del contratto.

Il valore complessivo delle singole agevolazioni sarà pari ad un massimo di 40.000 Euro, a fronte di un piano degli investimenti pari almeno al doppio del totale del finanziamento concesso.

Non sono previsti importi minimi di accesso.

  1. Spese Ammissibili

Le agevolazioni sono concesse a fronte delle spese, al netto di IVA, per l’acquisto di beni materiali ed immateriali, purché nuovi di fabbrica.

Più in particolare, le tipologie di investimenti ammissibili sono le seguenti:

1) Studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori, servizi di consulenza e assistenza finalizzati alla redazione del business plan, complessivamente nel limite del 5% del totale del programma di investimenti;

2) Acquisto brevetti, registrazione del marchio aziendale, realizzazione sito WEB, realizzazione di sistemi qualità e/o ambientali, certificazioni qualità e/o ambientali, ricerca e sviluppo;

3) Spese di ristrutturazione ed ammodernamento di locali sia di proprietà che in locazione nella misura massima del 35% del valore totale del programma di investimenti e a condizione che siano strettamente necessarie e coerenti con le finalità del progetto presentato (quali spese per il rifacimento dell’impianti elettrici, di riscaldamento, idrico, antincendio, opere murarie, ecc.);

4) Acquisto di impianti specifici, macchinari e attrezzature;

5) Sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di software strettamente necessari e finalizzati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;

6) Investimenti atti a consentire che l’impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro, dell’ambiente e del consumatore e, tra questi, investimenti specifici volti allo smaltimento/riciclaggio dei rifiuti e alla riduzione dei consumi energetici e/o idrici;

Le spese sostenute a titolo di Leasing non sono ammissibili.

L’ultimazione dei progetti di investimento dovrà avvenire entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

  1. Specifiche relative alla sede operativa

Tutti gli interventi previsti devono essere realizzati presso la sede operativa dell’impresa. Tutti i beni acquistati devono essere installati presso la medesima sede. Non sono ammessi progetti realizzati in sedi operative condivise con altre imprese/organizzazioni già attive o che siano ospitati in spazi di lavoro condiviso già esistenti (incubatori, coworking, etc.), o da realizzare presso uffici offerti in locazione temporanea in strutture collettive.

  1. Modalità di presentazione della domanda

le domande dovranno essere inviate entro il 27 dicembre 2019, 45° giorno dalla pubblicazione del bando (11 novembre), non oltre le ore 12.00 p.m.; 

  1. Criteri di valutazione dei progetti

Saranno ritenuti idonei i progetti che, secondo i criteri di valutazione specificati nel bando, avranno conseguito un punteggio minimo pari 65/100 per le nuove imprese e 70/100 per le imprese esistenti.

All’esito dei lavori della Commissione appositamente costituita verranno pubblicate le graduatorie dei progetti imprenditoriali agevolabili.

Sarà inoltre richiesta una relazione finale sullo stato di attuazione del progetto di investimento.

Ai fini della concessione dei finanziamenti, l’Amministrazione invierà al beneficiario apposita comunicazione di avvenuta ammissione alle agevolazioni. Per le imprese costituende la concessione è subordinata alla costituzione dell’impresa (soggetto giuridico beneficiario effettivo). Il rappresentante legale dell’impresa dovrà comunicare formale accettazione delle misure agevolative, confermando, pena la decadenza del beneficio, la volontà di realizzare il piano investimento approvato entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione. E’ facoltà del beneficiario rinunciare al finanziamento.

  1. Garanzia/Fideiussione

Per l’ottenimento delle agevolazioni economiche, le imprese beneficiarie dovranno presentare idonea garanzia fideiussoria, rilasciata da istituti bancari e/o assicurativi, dell’importo corrispondente alla sola quota concessa a titolo di prestito agevolato, ovvero il 50% del contributo, da erogare come anticipo.

 

 

 

 

linea
Potrebbe interessarti anche:

Come avviare e finanziare una microimpresa. Workshop teorico-pratico “Come avviare e finanziare una microimpresa” in 4 lezioni. Sessione 2020 Inizio 16 gennaio 2020 Inizio: 16/01/2020 Giorno: Giovedì Orario: 18-20 Durata: 4 Lezioni Docente: prof. Domenico Barricelli, dott. Armando Panvini Costo: 100 € Descrizione Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono avviare una microimpresa… Read More

Incontro su MADE IN ROMA:Finanziamenti per le imprese delle periferie romane. Il 5 dicembre presentiamo e commentiamo insieme il nuovo bando del Comune di Roma. Small Talk di Armando Panvini Giovedì 5 dicembre, ore 18.00 Aggiungi descrizione Giovedì 5 dicembre 2019 ore 18.00 – ASTARTE Srl Centro di formazione e consulenza Sede: V.le G. Cervi… Read More

Come avviare e finanziare una microimpresa. Workshop teorico-pratico “Come avviare e finanziare una microimpresa” in 4 lezioni. Inizio 14 novembre 2019 Inizio: 14/11/2019 Giorno: Giovedì Orario: 18-20 Durata: 4 Lezioni Docente: prof. Domenico Barricelli, dott. Armando Panvini Costo: 100 € Descrizione Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono avviare una microimpresa nei diversi… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.