Alterego
Newsletter #12_2016

Ambiente_Bonifica Amianto Detrazione Fiscale 50%

Interventi di bonifica dall’amianto effettuati entro il 31 dicembre 2016

Il Ministero dell’Ambiente ha stanziato 17 milioni di euro a favore delle imprese che effettuano interventi di bonifica dall’amianto nel corso dell’anno.

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta del 50% delle spese sostenute per interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive effettuati e conclusi entro il 2016.

Il credito d’imposta va ripartito nonché utilizzato in tre quote annuali di pari importo.

Beneficiari

Aziende tutti i settori di attività escluse le imprese di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura.

 Spese ammesse

Sono considerate eleggibili le spese per la rimozione e lo smaltimento di:

  1. lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit;
  2. tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di fluidi, ad uso civile e industriale in amianto;
  3. sistemi di coibentazione industriale in amianto.

Sono ammesse, inoltre, le spese di consulenze professionali e perizie tecniche entro il limite del 10% delle spese complessive.

Il credito d’imposta spetta a condizione che la spesa complessiva sostenuta in relazione a ciascun intervento sia almeno pari a 20.000,00 euro.

Al momento della presentazione della domanda gli interventi devono essere conclusi e fatturati (non quietanzati).

 Tempistica

A partire dal prossimo 27 ottobre le imprese potranno registrarsi al portale. Dal 16 novembre sarà ufficialmente aperto il click day per presentare la propria istanza.

Lo sportello resterà aperto sino al 31 marzo 2017 salvo esaurimento delle risorse.

Invitiamo le aziende interessate a prendere contatto per predisporre in tempo utile la documentazione necessaria.

 

 

 

Lazio_Bonus alle imprese che assumono i disoccupati che hanno sottoscritto il contratto di ricollocazione.

Un bonus per le imprese che assumono disoccupati che hanno sottoscritto il “Contratto di Ricollocazione” (CdR) nel periodo che va dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.

E’ l’avviso pubblico, finanziato con risorse regionali, che prevede un massimale di aiuti di 200.000,00 euro calcolati su tre esercizi finanziari consecutivi, compreso quello in corso – per l’impresa unica e di 100.000,00 euro se l’impresa unica opera nel settore del trasporto merci su strada per conto terzi.

I destinatari sono i disoccupati che hanno sottoscritto il “Contratto di Ricollocazione” (CdR) tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016.

I beneficiari sono le imprese che stipuleranno le seguenti tipologie di contratto di lavoro all’interno del percorso del CdR di cui all’art. 2:

  • Contratto a tempo indeterminato;
  • Contratto a tempo determinato pari o maggiore di 12 mesi;
  • Contratto a tempo determinato compreso tra 6 mesi e 11 mesi.

Qualora l’assunzione avvenga mediante contratti di lavoro subordinato a tempo determinato con proroga, il bonus occupazionale sarà riconosciuto al termine della proroga e comunque al raggiungimento minimo di 6 mesi di contratto.

Le domande, redatte esclusivamente secondo la modulistica allegata all’avviso, dovranno essere inviate alla Direzione Regionale Lavoro, attraverso posta certificata. Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse disponibili, e comunque entro il 31 dicembre 2016.

 

 

import-export

Toscana_PMI Voucher internazionalizzazione

Contributi per la partecipazione a fiere e mostre anche internazionali per le imprese della Provincia di Firenze.

C’è tempo fino al 31 dicembre 2016 per partecipare al bando promosso dalla Camera di Commercio di Firenze per incentivare la partecipazione a fiere delle PMI attive sul territorio, iniziativa mirata a favorire l’apertura di nuovi mercati nazionali e internazionali.

Contributi

Sono previsti contributi fino a coprire il 50% delle spese sostenute dalle imprese, entro un massimo di mille euro e relativamente ai costi della locazione degli spazi espositivi e all’allestimento base di stand presso mostre o fiere inserite nel Calendario Fieristico Internazionale.

 Domande

Le domande possono essere presentate solo a conclusione della manifestazione fieristica per la quale viene richiesto il contributo. La data di scadenza del bando è fissata per il 31 dicembre 2016.

 

 

 

tax-credit

 

MIBACT_TAX CREDIT imprese turismo

Le strutture ricettive avranno tempo fino al 31 dicembre 2016 per realizzare gli investimenti  di riqualificazione edilizia e di adeguamento digitale che permetteranno loro di beneficiare del credito di imposta previsto dalle misure “Tax credit riqualificazione” e ” Tax credit digitalizzazione”.

Entrambi gli incentivi fiscali sono stati attivati  dal Decreto Cultura del 2014  per i periodi d’imposta 2014, 2015 e 2016.  Questa, quindi, è l’ultima occasione per presentare domanda di accesso al bonus.

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 30% dei costi sostenuti per un importo massimo pari a 12.500 euro per gli investimenti digitali e a 200.000 euro per la ristrutturazione.

Possono accedere all’agevolazione Tax credit riqualificazione  le strutture alberghiere esistenti alla data del 1 gennaio 2012 e composte da almeno sette camere. La misura finanzia interventi di riqualificazione edilizia, di eliminazione delle barriere architettoniche e di incremento dell’efficienza energetica; le spese per acquisto di mobili, componenti di arredo e attrezzature per la ristorazione.

Possono accedere alla misura “Tax credit digitalizzazione” le strutture alberghiere, extra-alberghiere, le agenzie di viaggio e i tour operator. Gli interventi ammissibili all’agevolazione sono: spese sostenute per impianti wi-fisoftware e strutture informatiche per la vendita diretta online dei servizi di pernottamento; siti web ottimizzatiper cellulari e smartphone; pubblicità su siti web specializzati; servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale; formazione del personale dipendente.

Per richiedere il bonus occorre presentare apposita istanza al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

L’ iter sarà perfezionato con l’invio della domanda  mediante procedura click day , in data da comunicare, le risorse saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

 

 

donna

 

CCIA_Frosinone Premi alle imprese femminili.

Edizione 2016 del “Premio Donna Impresa” destinato alle imprese femminili della Provincia di Frosinone.

 La Camera di Commercio di Frosinone lancia l’edizione 2016 del “Premio Donna Impresa”, iniziativa promossa con il Comitato per l’Imprenditoria Femminile e mirata a valorizzare le esperienze locali nei comparti dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio e dei servizi.

 Candidature

Possono candidarsi al premio le imprese iscritte alla Camera di Commercio di Frosinone, sia individuali con titolare donna sia società di persone o cooperative in cui la presenza rosa come socie rappresentati sia almeno del 60%. Il Premio si rivolge anche alle società di capitali in cui le donne detengono i 2/3 delle quote di capitale e costituiscano almeno i 2/3 dei vertici amministrativi.

 Domande

Per candidarsi al Premio Donna Impresa è necessario inviare i documenti richiesti entro il 15 novembre 2016, come indicato sul sito della Camera di Commercio.

Umbria_ Avvio imprese giovanili e femminili.

Risorse per la nascita di imprese giovanili e femminili: dalla Regione arrivano fondi fino a 800mila euro.

La Regione Umbria lancia nuovi progetti per favorire l’occupazione sul territorio e promuovere la nascita di nuove imprese giovanili e femminili. Grazie a una dotazione economica pari a 800mila euro, l’amministrazione regionale concede risorse alle imprese avviate da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e alle donne fino ai 40 anni, incentivandone il reinserimento nel mercato del lavoro.

Contributi

La Regione concede un contributo fino a 1.300 euro per coprire i costi della costituzione dell’impresa, erogando anche risorse per promuovere investimenti come l’acquisto di macchinari e attrezzature.

Domande

Le domande, corredate dai progetti di impresa, possono essere inviate entro il 2 gennaio 2017

 

 

 

Lazio_ Ricollocazione lavoratrici madri.

Bando per la ricollocazione delle neomamme lavoratrici promosso dalla Regione Lazio

 La Regione Lazio promuove un nuovo bando per favorire la ricollocazione delle lavoratrici madri sul territorio: possono aderire le donne con figli a carico di età inferiore a sei anni che hanno perso il lavoro, beneficiarie di servizi e risorse per reinserirsi nel mercato occupazionale.

Bando

Il bando, grazie a una dotazione finanziaria è pari a 900mila euro, si rivolge anche alle cittadine non comunitarie in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Lavoro femminile

Le lavoratrici madri possono scegliere tra un percorso di accompagnamento al lavoro autonomo (ottenendo servizi di formazione imprenditoriale e creazione di impresa) oppure al lavoro subordinato: in questo caso spetterà al soggetto accreditato la presa in carico della neomamma per l’attivazione di iniziative di orientamento specialistico.

Domande

Le domande da parte delle destinatarie del bando possono essere inviate entro il 20 dicembre 2016.

 

Potrebbe interessarti anche:

TAX CREDIT2018 – Aperte le domande Il Bonus 2018 Alberghi esteso a terme, spa, agriturismo e strutture ricettive in genere. Da giovedì 25 gennaio si possono compilare le domande per chiedere il tax credit al 65% (credito tasse) per le migliorie e le ristrutturazioni fatte nel 2017. CLICK DAY il 26 e 27 febbraio !… Read More



LAZIO_Export PMI- finanziamento competitivo a fondo perduto. Scade il 15/05/2018 Oltre 5 milioni di euro per aiutare artigiani e Pmi del Lazio a modernizzarsi, migliorare la loro competitività e puntare sull’internazionale. Internazionalizzazione delle Pmi Il bando stanzia 2,2 milioni di euro e concede contributi alle imprese, in forma singola o associata, per progetti di internazionalizzazione, anche di piccola… Read More



LAZIO_ARTIGIANATO contributi a fondo perduto. Scade il 15/05/2018 3 milioni di euro per aiutare gli artigiani del Lazio a modernizzarsi, migliorare la loro competitività. Interventi per l’Artigianato Un bando da 3 milioni di euro (fondi regionali) per sostenere progetti di potenziamento della produttività e di innovazione delle imprese artigiane del Lazio attraverso progetti delle imprese (2,6 milioni) o servizi offerti dai Centri… Read More



Torna all'inzio

Alterego

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it
| info@alteregosolution.it
www.alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.