AlterEgo Solution
Newsletter #13_2017

INVITALIA SUD – Incentivo sino a 40mila euro con contributo a fondo perduto e prestito a tasso zero per aprire una nuova attività nel Mezzogiorno.

Finanziamenti fino a 40mila euro con quota del 35% a fondo perduto e prestito restante a tasso zero: si tratta del nuovo incentivo Resto al Sud, previsto dal decreto Sud e riservato ai giovani under 35 che intendano avviare, o abbiano già avviato, un’attività imprenditoriale nelle regioni del Mezzogiorno.

 

L’agevolazione dovrebbe diventare operativa a breve: si attende, a tal proposito, il decreto attuativo, che sarebbe dovuto essere stato già emanato entro il 12 settembre (cioè entro 30 giorni dal 13 agosto, data dell’entrata in vigore della legge di conversione).

Vediamo nel dettaglio come funzionerà questo nuovo bonus, chi saranno i beneficiari, quali requisiti sono richiesti e quali sono le attività agevolabili.

Chi ha diritto al bonus Resto al Sud

Possono chiedere il Bonus Resto al Sud i giovani sino ai 35 anni di età residenti (o che trasferiscano la residenza entro 60 giorni dalla domanda) nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

I richiedenti non devono risultare già beneficiari, nell’ultimo triennio, di ulteriori misure  a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.

Quali attività possono essere finanziate col bonus Resto al Sud

Con il bonus è possibile finanziare le attività esercitate sotto forma di impresa individuale o società.

Le attività finanziabili sono:

  • produzione di beni nei settori dell’artigianatoe dell’industria;
  • fornitura di servizi.

Non sono finanziabili le attività libero professionali e commerciali, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività d’impresa.

 

A quanto ammonta il bonus Resto al Sud

Col bonus Resto al Sud possono essere riconosciuti sino a 40mila euro per singolo richiedente.

Se l’impresa deve essere costituita in forma di società, l’importo di 40mila euro si riferisce al singolo socio e possono essere richiesti sino a 200mila euro.

Il bonus è così suddiviso:

  • 35% sotto forma di contributo a fondo perduto;
  • 65%sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare in 8 anni.

Domanda bonus Resto al Sud

Le domande di finanziamento potranno essere inviate all’agenzia Invitalia una volta che sarà emanata la normativa attuativa.

linea
Potrebbe interessarti anche:

Bonus 600 euro autonomi: procedura INPS online dal 30 marzo. Ai nastri di partenza la procedura INPS online per fare domanda di indennizzo da 600 euro riservato a Partite IVA, autonomi, lavoratori del turismo, agricoltura e spettacolo. Da lunedì 30 marzo sarà disponibile la procedura INPS per inoltrare la domanda per l’indennizzo da 600 euro che il Decreto Cura Italia riserva per il mese… Read More

Coronavirus, Regione Lazio vara piano ‘Prontacassa’: 10.000 euro a micro, piccole, medie aziende e liberi professionisti. Col provvedimento vengono messe in campo delle importanti iniziative a sostegno della liquidità di imprese e liberi professionisti del Lazio, che nel loro insieme, a regime, porteranno a mobilitare circa 450 milioni di euro Si tratta di interventi adottati… Read More

Microcredito: innalzato il tetto del finanziamento a 40.000 Euro. Il Decreto Cura Italia (Decreto Legge 18/20) prevede importanti e numerose misure di intervento straordinario per il sostegno economico di titolari di partita IVA: artigiani, liberi professionisti, microimprese, PMI, ecc… , connesse all’emergenza Covid-19. Alcuni di questi interventi (per quanto riguarda il Fondo di Garanzia PMI,… Read More

Torna all'inzio

AlterEgo Solution

Alterego Solution
Via Massaciuccoli, 77 - 00199 Roma
Tel. 06 94378489 - Fax. 06 94517376
segreteria@pec.alteregosolution.it

info@alteregosolution.it
alteregosolution.it

Se non si desidera ricevere ulteriori comunicazioni, fare CLICK QUI per cancellarsi definitivamente dalla nostra newsletter.