Finanziato dalla Regione Lazio il progetto di Alteregosolution per l’export delle PMI laziali, in Egitto, dei settori Edilizia, Ambiente, Movimento Terra, Impianti.

ProspeXtiva Egitto

Iniziative promozionali per PMI laziali del settore Edilizia, bio Edilizia e Ambiente

 

Il bando Prospex

Finanzia al 50% le iniziative promozionali a favore delle PMI del Lazio tramite almeno 2 delle seguenti attività:

• Attività A organizzazione di incontri istituzionali, business matching meetings, ricerca partner, visite aziendali, seminari, workshop, convegni, incoming di operatori/buyer esteri, altri eventi promozionali (quali, a titolo d’esempio: sfilate, degustazioni, mostre);

• Attività B realizzazione di azioni di promozione di filiere produttive regionali, o di gruppi di PMI, nell’ambito di eventi fieristici internazionali, ivi compreso l’allestimento e la messa a disposizione di show room temporanei;

• Attività C messa a disposizione di un Temporary Export Manager, per un tempo massimo di 12 mesi;

• Attività D ottenimento, convalida e difesa di brevetti e altri attivi immateriali sui mercati internazionali; servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione finalizzati al progetto di espansione sui nuovi mercati.

Promopan Srl propone alle PMI laziali di sviluppare interventi sulle 4

Attività : A – B – C – D

Il bando Prospex

Ed inoltre*:

1.servizi e consulenze per la realizzazione di studi settoriali e puntuali di mercato che vadano a beneficio delle PMI

Beneficiarie, ad esclusione degli studi generali congiunturali e di presentazione paese;

2. ideazione, produzione, traduzione (esclusa la stampa) di materiali informativi e promozionali, siti web;

3. messa a disposizione di piattaforme di e-Commerce;

4. certificazione di qualità, registrazione e protezione del marchio nei mercati di destinazione;

5. servizi di viaggio (incluso il soggiorno) per il personale dipendente della PMI beneficiaria, secondo parametri di

economicità.

 

La Proponente

L’azienda, fondata nel luglio 1995, ha avuto come missione quella della promozione , sviluppo e assistenza alle società italiane e multinazionali per l’acquisizione di contratti in tutto il mondo. Fin dall’inizio l’attività si è concentrata nella consulenza a ditte italiane interessate ad espandere la propria attività internazionale.

Nel primo quinquennio PROMOPAN Srl , attraverso il suo socio Ing. Antonio Canale, ha promosso la vendita in Albania , in Romania, in Russia di impianti industriali. Dal 2000al 2007 PROMOPAN Srl ha sviluppato con AMA SpA di Roma la partecipazione ad una gara internazionale per la gestione dei RSU al Cairo e la creazione di una J.V. che poi ha guidato fino a raggiungere le dimensioni della più grande impresa del settore in quel paese con più di 5000 dipendenti, sotto la Ragione Sociale di «AMA Arab Environment Company» (AAEC), controllata dalla holding AMA International SpA , a maggioranza AMA SpA. La popolazione servita era all’incirca di 6 milioni, con tre grandi garage di parcheggio e manutenzione dei circa 600 automezzi, impianti di selezione e compostaggio, raccolta e trattamento medicali oltre ad una discarica.

PROMOPAN Srl , su incarico di AMA International, ha acquisito un contratto in Abu Dhabi per la costruzione delle stazioni di trasferimento e gli impianti di selezione e compostaggio per un valore di 140 milioni di dollari in J.V. con il gruppo «Kharafi» del Kuwait. Dal 2006 al 2008 PROMOPAN ha organizzato la partecipazione di «AMA Int.l» ai tender per la gestione dei rifiuti in vari paesi, Arabia Saudita, Bahrain, Qatar, AbuDhabi. E’ stato firmato un accordo di assistenza tecnica a Jedda ( SA) per il progetto South Jedda e un accordo di partnership con la società «Sphinx Services» in Bahrain. A seguito di quest’ultimo accordo PROMOPAN Srl é stata incaricata da «AMA Int.l» , poi rinominata «ASA Int.l», a seguito della sua cessione al gruppo «Gesenu SpA» di Perugia , di gestire il contratto in Bahrain con proprio personale fino a tutto il 2011.

Dal 2011 al 2017 PROMOPAN Srl ha continuato l’attività di consulenza e assistenza alle imprese e per la promozione di impianti per produzione di energia a partire dai rifiuti in alcuni paesi tra I quali Malta, Bulgaria, Romania, Tunisia ed in Egitto progetti di Housing e gestione RSU.

 

Obiettivi e caratteristiche principali

L’obiettivo del progetto « ProspeXtiva Egitto» è di stimolare e promuovere i settori edilizia, ambiente, impiantistica della nostra Regione, attualmente in un lungo periodo di stasi, ed i loro collegati per rivitalizzarli con azioni che offrano nuove opportunità e che permettano di avviare la realizzazione di futuri accordi con il governo egiziano per la realizzazione di lotti di edifici popolari e residenziali ( edilizia/impianti), così come il settore dell’Ambiente oppure con privati nell’edilizia residenziale.

Attraverso l’organizzazione di Studi, Seminari, Convegni, incontri B2B, in Italia ed in Egitto, PROMOPAN Srl intende creare l’opportunità di incontro e scambio tra i rappresentanti delle PMI italiane con PMI egiziane, PMI italiane, già presenti in Egitto e dei rappresentanti del governo egiziano, incentivando lo sviluppo di sinergie e la conclusione di accordi di cooperazione e partneriato. In sintesi:

Iniziative propedeutiche alla sottoscrizione di nuovi contratti.

Prospettiva economica in Egitto

In Africa, dal 2016, c’è una crescita del PIL superiore al 5% ed un import di materiali per l’edilizia pari a 29 miliardi di dollari. Con le nostre iniziative in Egitto, puntiamo a far diventare il Paese un vero e proprio Hub per il comparto di tutta l’Africa, a beneficio delle aziende italiane del settore.

Oltre 7 miliardi di dollari in Egitto, circa 10 miliardi di euro in Marocco. A tanto ammontano gli investimenti previsti nel settore delle costruzioni di questi due grandi Paesi dell’Africa del Nord: per le nostre imprese del comparto edilizia si tratta di un’occasione da non perdere.

La casa è sempre stato uno dei problemi più pressanti degli ultimi decenni nel più popoloso paese arabo, dove quasi il 40% dei 90 milioni di abitanti vivono al di sotto della soglia di povertà.

Un prestito da 500 milioni di dollari da destinare a un piano di edilizia sociale in Egitto è stato stanziato nel 2015 dal governo egiziano e dalla Banca mondiale.

L’intesa è stata firmata dal ministro egiziano della Casa Mostafa Madbouli e dal Vice Presidente della Banca Mondiale per il Medio Oriente e Nord Africa, Hafez Ghanem ed è già operativa.

 

Settore dell’edilizia popolare in Egitto

Al Cairo l’attenzione si concentrerà sulle grandi opere portuali, sulle strade e sugli ospedali, ma il 20% degli investimenti previsti (7,2 miliardi di dollari) verrà destinato alla costruzione di abitazioni.

L’Egitto ha bisogno di 3,5 milioni di unità abitative e il generale presidente Al Sisi, dopo tre anni in cui le proteste di piazza si sono succedute a ondate, vuole dare senz’altro priorità al piano residenziale, per riuscire nell’intento di ridare stabilità politica al paese.

Il progetto di alloggi sociali lanciato in Egitto prevede, nell’immediato, un totale di 1 milione di nuove case: 1/3 del

fabbisogno totale.

 

Edilizia Residenziale

Lanciato in marzo 2015, in occasione del summit economico “Egitto – Il futuro”, di Sharm el Sheikh, il progetto per la costruzione della nuova capitale amministrativa rappresenta il principale simbolo del rilancio dell’economia egiziana voluta dal presidente Al Sisi. Il sito in cui sorgerà la città si trova a circa 45 Km a Est del Cairo ed ospiterà 5 milioni di abitanti. Il nuovo quartiere dovrà ospitare in futuro tutti gli uffici amministrativi del governo e delle istituzioni egiziane.

Il «prospect» per l’edilizia residenziale prevede la costruzione di 18 mila unità abitative su una superficie di circa 200 ettari, per costruire un’intera area residenziale nel quartiere del Nuovo Cairo. Il costo dei lavori ammonta a 3,6

miliardi di dollari e creerà un indotto con più di 200 mila posti di lavoro. Il progetto sarà realizzato con un sistema di lavoro misto, pubblico e privato. Il 60 per cento delle quote verranno assegnate a consorzi privati, mentre il 40 per cento è del Ministero dell’Edilizia.

Il Consiglio di amministrazione della società, denominata appunto “La nuova capitale”, ha annunciato tramite il quotidiano “Al Masry al Youm” di aver avviato i primi lavori. La società, guidata dal generale Abdel Latif, ha dato il via ai lavori dopo aver formato il nuovo consiglio di amministrazione composto da alti ufficiali, funzionari ministeriali e da membri del genio militare dell’esercito. La prima parte interesserà la costruzione di edifici pubblici su un lotto di 10 mila metri quadri.
Sono 12 gli edifici che verranno realizzati, tra i quali la sede del governo e della presidenza del consiglio, il quartiere delle ambasciate oltre al distretto della finanza.
La nuova città ospiterà anche un grande parco, un centro congressi e, a termine, circa 30 mila unità abitative di varie dimensioni.

 

La gestione dell’Ambiente

Il settore ambientale in Egitto offre molte opportunità alle aziende italiane sia nella gestione dei servizi di raccolta e spazzamento che in quello degli impianti di trattamento dei RSU. Si stima infatti che nella sola città metropolitana del Cairo vengano generate 10/15000 ton/giorno senza calcolare le città satellite, che da semplici villaggi nel raggio di 50 Km oggi sono diventate delle medie città che raggiungono le 200.000 persone, ognuna. Alla capitale si devono aggiungere tutte le altre città per una popolazione totale di oltre 90 milioni. Amministrativamente le varie aree del paese vengono suddivise in governatorati che appaltano i servizi di nettezza urbana e acquistano anche gli impianti di trattamento con il supporto e finanziamento del Ministero dell’industria e la consulenza e la supervisione del Ministero dell’ambiente.
Sono almeno 70 gli impianti di trattamento che devono essere riabilitati o sostituiti. Avendo il paese necessità’ di aumentare l’offerta di energia prodotta da fonti alternative esiste uno spazio per la conversione degli impianti esistenti nella produzione di CDR (RDF in Inglese) di cui i cementifici sono importanti acquirenti.
Non esiste in Egitto un produttore di chassis per veicoli industriali né uno di compattatori per i RSU. C’è un mercato potenziale che viene oggi alimentato con prodotti usati di bassa qualità o assemblati da piccoli garage con materiali di provenienza turca o cinese. Stesso discorso si può fare per le spazzatrici che vengono importate usate da Paesi limitrofi. Localmente vengono prodotti piccoli veicoli quali i camioncini da General Motors, Suzuki e Isuzu.
Da quanto sopra se ne deduce che esiste uno spazio di mercato per le imprese italiane del settore che siano disponibili ad associarsi con PMI locali apportando il proprio know-how ed il capitale.

 

Le PMI del settore

Chi cerchiamo?

Imprese OPERANTI nel  settore dell’ Edilizia, della bio- Edilizia e dell’Ambiente con SEDE OPERATIVA nel territorio del Lazio, con particolare esperienza riferimento alle fasi delle suddette filiere come costruttori edili; aziende impiantistica meccanica, idraulica, elettrica; produttori automezzi movimento terra; carrozzerie allestimenti trasporto inerti o compattatori; aziende raccolta rifiuti; produttori trito-vagliatori; ecc….. .

Il Paese target del presente progetto  di internazionalizzazione è l’Egitto, in particolare la sua Capitale,  la città metropolitana de Il Cairo.

Cosa chiediamo alle PMI ?

Manifestazione di interesse ed invio degli ultimi 2 bilanci,  entro 7 giorni dalla presente, assolutamente non impegnativa;

Al momento dell’ammissione di PROMOPAN  al progetto di PROSPEX ( AGOSTO  ), adesione contrattuale con versamento di un anticipo di €  1,500 + IVA*;

«Access Fee» a saldo di € 4,000 + IVA, al momento dell’ammissione della PMI al catalogo, in seguito  alla  richiesta di adesione al progetto di promozione da parte della stessa  ( OTTOBRE).
Totale anticipi: 5,500 € + IVA
Quota di adesione totale, che ingloba gli anticipi, pari a  15.900 € + IVA*

 

 

Stabilito sulla base della partecipazione di  di 6 PMI
Il numero di adesioni minimo richiesto è di 6 PMI – il massimo di 12 PMI

Costo di partecipazione al PROSPEX
Il costo unitario del PROSPEX per ogni singola PMI è di : 17.500 € + IVA
( almeno 6 PMI )

• Costo del TEM x 12 mesi, ( Incontri istituzionali del T.E.M., ing. Antonio Canale, con Enti ed imprenditori ; Apertura ufficio estero temporaneo ad Il Cairo, in Egitto; Organizzazione incontri B2B )

• Ideazione e progettazione AlterEgo Solution

• Studio “Investire in”… Egitto

• Rendicontazione Alter Ego Solution

• Viaggio aerei e soggiorni T.E.M. = 1 pax 4 viaggi ;

• Viaggi aerei e soggiorni PMI 1viaggio x 6 PMI x 2pax;

• Tutti servizi logistici e di assistenza «in loco»;

• Viaggio aereo e soggiorno in Italia Partner egiziani x 1-2 pax;

• Tutti servizi logistici e di assistenza a Roma.

 

Modalità di fatturazione e pagamento

Evitando richieste di fidejussione, a garanzia della partecipazione delle PMI, chiediamo:

• Al momento dell’ammissione di PROMOPAN al progetto di PROSPEX ( FINE AGOSTO ), adesione contrattuale delle PMI, con versamento di una «Fee Access» anticipo di € 1,500 + IVA*, per istruire il dossier di adesione PMI;

• Con la pubblicazione del Catalogo verrà richiesta, alla PMI, l’adesione al progetto « ProspeXtiva Egitto». In caso di ammissione, da parte di Lazio Innova, la PMI verserà a PROMOPAN il saldo dell’anticipo, pari a 4.000 Euro + IVA; al momento della presentazione del dossier PMI (e comunque entro OTTOBRE);

• Le PMI pagheranno una quota trimestrale anticipata di 2,600 € ( duemila/seicento Euro) con le seguenti scadenze: GENNAIO/APRILE/LUGLIO /OTTOBRE 2018;

• Quota di adesione totale, che ingloba gli anticipi, pari a 15,900 € + IVA La quota di partecipazione di Lazio Innova, del 50% delle spese sostenibili, IVA esclusa , verrà rimborsata da Promopan Srl alle PMI seguendo la rendicontazione delle suddette spese.

 

Gannt delle attività

 

Attività previste T.E.M.

• Incontri istituzionali del T.E.M., ing. Antonio Canale, con Ministry of Housing, Ministry of Environment, Engineering Corp ( Corpo del Genio Militare);

• Apertura ufficio estero temporaneo in Egitto, nella città de Il Cairo;

• Ricerca partner per post-promozione e successivo business matching

• Ricerca partner per co-produzione e successivo business matching ;

• Istituzione di un «Osservatorio Edilizia Ambiente Lazio in Egitto»;

• Tutti servizi logistici e di assistenza «in loco».

 

Attività previste per le PMI

• Ideazione, progettazione richiesta di ammissione al bando PROSPEX per le PMI;

• Acquisizione dello studio strategico «Investire in… Egitto» realizzato da Alteregosolution, consulente del Prospex;

• Workshop in Italia di orientamento alle PMI con la partecipazione del dr. Amr Hassanein, CEO FINBI Advisor ( www.finbi.com ) e Moody’s Egitto;

• Almeno 1 incontro B2B in Egitto fra i titolari delle PMI ed i possibili partner e le autorità (con predisposizione scheda azienda);

• Gala dinner, per raggiungimento accordi finali;

 

Attività previste AlterEgo

• Ideazione, progettazione e redazione del programma « ProspeXtiva Egitto Proponente»;

• Redazione e presentazione del progetto a Lazio Innova;

• Ideazione, progettazione e redazione del programma « ProspeXtiva Egitto PMI » e presentazione del progetto di ogni «PMI» aderente, a Lazio Innova;

• Studio di settore “Investire in … Egitto”;

• Rendicontazione spese ammissibili di «Promopan» in conto PMI;

• Contrattualistica italiana ( costi del legale per predisposizione dei contratti PROMOPAN > PMI > collaboratori vari.

 

I players

Il Temporary Export Manager ( T.E.M.)

ANTONIO CANALE è laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università’ di Roma, La Sapienza. Ha frequentato più di venti corsi di aggiornamento del CFMT (centro di formazione del management del terziario) in varie materie dal marketing alla gestione finanziaria di impresa e delle risorse umane . Vincitore, nel 1968, di una borsa di studio della AFS ha trascorso un anno negli USA. Parla e scrive l’inglese fluentemente. Ha seguito corsi di conversazione in francese a Lione e quindi parla anche il francese, infine ha facilità a comprendere lo spagnolo e l’arabo, per la lunga attività nei paesi arabi.
Nella sua CARRIERA PROFESSIONALE ha ricoperto vari ruoli dal tecnico al commerciale PROJECT ENGINEER, SITE ENGINEER- Sudan; PROPOSAL MANAGER; RESIDENT AREA MANAGER – Manila;
LIASON ENGINEER –Lione; AREA MANAGER – Roma, Milano; FAR EAST AREA MANAGER- Milano; DIRECTOR
PLANT AND TECHNOLOGY – Roma.

Ha lavorato per diverse aziende come: GENERALE IMPIANTI SPA, TPL SPA/TECHNIP GROUP, ITALIA TRADING SERVICE SPA -BNL GROUP, ITS MILANO – ROMA, ITS & OGECRED SPA.

Ha lavorato prevalentemente all’estero in Paesi quali:

EUROPA: Francia, Bulgaria, Ungheria, Polonia, Turchia, Croazia, Grecia, Romania, AFRICA: Sudan, Tunisia, Egitto;

AMERICA: S.Salvador, Venezuela, Guyana, Argentina, Mexico, Brasile, Paraguay Middle EAST: Arabia Saudita, Kuwait, Iraq, Libano, Oman;

Far EAST: Filippine, Malaysia, Indonesia, HongKong, Singapore, China, Tailandia, Birmania, Pakistan, India.

 

Il consulente di Mktg, servizi e finanza agevolata

Armando Panvini è un progettista europeo, partner di AlteregoSolution, associazione fra professionisti ed agenzia di servizi alle imprese, spin-off di uno studio commercialista romano.

• Si occupa prevalentemente di ricerca di bandi di finanza agevolata e/o a fondo perduto, sviluppando l’idea progettuale del cliente attraverso lo story telling, il business model e realizzando il business plan per i dossier di presentazione dei progetti.

• Tiene dei corsi sul finanziamento alle start up ed accesso ai Fondi Europei, presso Upter.
Collabora con il Dipartimento Lettere, Corso di laurea in scienze del turismo dell’Università di Tor Vergata ( prof.Nicolò Costa). Svolge conferenze sull’argomento finanza agevolata e start up, laddove lo invitano: ultimo lo small-talk in Bic Lazio ( vedi www.slideshare.it, e www.linkedin.it, ), precedenti Università Tor Vergata, Dipartimento Lettere, Corso di laurea in scienze del turismo dell’Università di Tor Vergata. Upter, AISLO, ODCEC, ecc .

• Ha esordito nel modo del lavoro nel 1976 a 22 anni, come responsabile marketing di una

multinazionale francese. Dal 1987 al 1992, compreso, è stato dirigente industriale. Infine, dopo un brevissimo passaggio nel mondo dell’Audit in George S. May, è ritornato alla dirigenza del commercio come Direttore della filiale italiana di una multinazionale francese della moda. Nel 2010 ha esordito come progettista di finanza agevolata con un bando FILAS, per un’azienda americana ICT.

• Professionalmente è anche impegnato come Amministratore di «Mini-MeWebstore srl» (negozi per bambini), Revisore dei conti di Manageritalia Roma (associazione di categoria) e consulente internazionale ( Council Member ) di GLG Group Inc. NYC.

 

Il consulente di Mktg, servizi e finanza agevolata

 

 

Attualmente ha in corso progetti di finanziamento per 2,430 K€ , pari ad investimenti per 4,980 K€:

• Finanziamento progetto turistico culturale «villaggio del gusto», Lecce 400 K€;

• Finanziamento progetto turistico culturale 2.0, Matera 2019 400 K€;

• Finanziamento sviluppo PMI romana, macchinari 4.0 30 K€;

• Finanziamento progetto turistico villaggio “Glamping” ecosostenibile, Liguria 1,500K€;

• Finanziamento sviluppo Softwarehouse romana 50 K€ ;

• Finanziamento progetto formazione “ Coffee Lovers”, Roma 50 K€ .

 

 

Stakeholder

Gli Stakeholder sono, in economia, dei portatori di interesse.

Con questo nome si indica genericamente un soggetto (o un gruppo di soggetti) influente nei confronti di un’iniziativa economica, che sia un’azienda o un progetto.

Fanno, ad esempio, parte di questo insieme: i clienti, i fornitori, i finanziatori come banche e azionisti (o shareholder), i collaboratori, dipendenti ma anche gruppi di interesse locali o gruppi di interesse esterni, come i residenti di aree limitrofe all’azienda e le istituzioni statali relative all’amministrazione locale.

Nel nostro caso gli Stakeholder, che possono garantire il successo dell’iniziativa, in quanto già presenti in Egitto é:

• FAMELimited, società di ingegneria egiziana che curerà, con il TEM, l’aspetto logistico e contrattualistico.

Le PMI che hanno già manifestato il loro interesse:

• CEA -Cooperativa Edile Artigiana di Parma,con sede operativa a Roma, che ha già manifestato il suo interesse ad aderire come PMI;

• CG_Engineering & Contractor di Roma, che ha già manifestato il suo interesse ad aderire come PMI;.

Stakeholder

FAME Company for Trading e Contractor è un’azienda che si occupa di Trading & General Contractoring.

E’ stata costituita nel 1995 a Alessandria come società a responsabilità limitata di diritto egiziano. Le molteplici specializzazioni dei suoi fondatori hanno creato una condizione di costante crescita che ha aiutato l’azienda a crescere più velocemente e partecipare a diversi progetti che offrono diversi tipi di servizi. Negli ultimi anni FAME ha gestito vari progetti per le aziende e le agenzie internazionali, alcune delle quali sono state svolte sotto la supervisione e il finanziamento dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID), così come altri progetti in seno alle organizzazioni e ad aziende locali altamente rispettate. Questi progetti hanno rafforzato l’organizzazione, il reporting e le competenze in materia di salute e sicurezza del personale FAME e hanno qualificato l’azienda per acquisire progetti su larga scala grazie alla propria esperienza consolidata. Inoltre, sin dalla sua formazione, FAME si è specializzata e distinta nel campo dei progetti «chiavi in mano», per lavori di finitura e di realizzazione di networks.
//fameegypt.com

 

Progetto ideato, sviluppato e marketizzato by
Alter Ego Solution, Via Massaciuccoli 77, 00199 Roma
Contatto: a.panvini@alteregosolution.it